Neh Experience

Poderi Gianni Gagliardo Poderi Gianni Gagliardo

location_on

La Morra, CN

arrow_circle_right
arrow_circle_left
image Tutte le foto

Il nome di Gianni Gagliardo è indiscutibilmente legato a quello dell "Asta del Barolo" che dal 1998 pone l'attenzione mondiale sul re dei vini.

Ma la storia della sua cantina parte da lontano, e  le origini fanno capo alla Famiglia Colla, che sin dalla metà del ‘800 coltiva vigne in Piemonte.

Paolo Colla vinifica Dolcetto con grande passione, ma sin dall'inizio sogna il Barolo. Nel 1961  riesce ad acquisire una cascina a La Morra dove può finalmente coltivare e vinificare il vino simbolo del Piemonte. Ma è nel 1972 che Marivanna Colla, unica figlia di Paolo, sposa un giovane del Roero: Gianni Gagliardo. Gianni è un ragazzo giovanissimo con tanta ambizione ed è Paolo, con affetto paterno, a trasmettergli la passione per il vino.

Passano gli anni e l’imbottigliamento dei vini di casa, da amatoriale, diventa professionale. Nel 1978 al fianco delle produzioni storiche inizia quella di Moscato, che successivamente prenderà posto in un’azienda che porta il nome di VillaM.

Dopo la scomparsa di Paolo Colla, Gianni Gagliardo assume le redini della cantina che porta il suo nome dal 1986, ereditando la tradizione ultrasecolare della famiglia della moglie. Con grande spirito innovatore grazie a lui nasce uno dei primi Metodo Classico del  territorio, il Gagliardo Brut.

Verso la fine del decennio scorso vengono poi introdotte nuove tecniche in cantina iniziando a lavorare con i tonneau da 500 e 700 litri, mentre le superfici di vigneto crescono.

I primi Anni Novanta scorrono fra sperimentazioni con il vitigno Favorita, aumento delle superfici, e le vinificazioni degli storici vigneti di famiglia. Proprio nel 1990 Alberto, il secondogenito di Gianni entra in azienda e si appassiona gradualmente a questo lavoro, che diventa il suo mestiere nel 1998. Dopo gli studi in Enologia il primogenito Stefano entra in azienda e, alla fine del decennio, la famiglia inizia progressivamente a investire in nuova terra da Barolo.

Nel 2003 iniziano le prove di vinificazione dei Cru aziendali: si tratta di micro-vinificare le vigne in piccole sotto-particelle, al fine di comprendere dov’è la qualità migliore di ogni collina, le peculiarità delle varie zone del vigneto, e il migliore modo di vinificare.

Ed ecco che dopo una laurea alla Facoltà di Agraria di Torino Paolo, terzo e ultimo figlio, entra anche lui in azienda dedicandosi all'accoglienza dei turisti.

Esattamente dieci anni dopo l’inizio delle prove delle piccole particelle escono in commercio i primi due Cru aziendali, oggi chiamati MeGA (Menzioni Geografiche Aggiuntive). Sono Barolo Lazzarito Vigna Preve 2013 e Barolo Castelletto 2013.

Nel Luglio del 2017 la Famiglia acquisisce infine la Tenuta Garetto, azienda con 10 ettari di vigneto accorpato e cantina di vinificazione ad Agliano Terme, nel cuore della zona più vocata al vitigno Barbera e alla denominazione Nizza.